Regolamento Formazione

Formazione Professionale Permanente degli iscritti al CRE    (Club Relazioni Esterne)
 
[Legge 14 gennaio 2013 , n. 4 - articolo 2 comma 3 (Disposizioni in materia di professioni non organizzate)]
 
- REGOLAMENTO -
Art.1 Scopo del Regolamento Scopo di questo Regolamento è disciplinare l’attività di Formazione Professionale Permanente (FPP) per gli iscritti al CRE - che a norma di statuto esercitano attività professionali di Relazioni Esterne, Rapporti con le Istituzioni, Comunicazione e Marketing - in seguito indicati, per semplificazione, ‘Comunicatori’.
 
Art.2 Definizione e obiettivi della FPP La FPP: -è attività obbligatoria di aggiornamento e approfondimento delle conoscenze e delle competenze del Comunicatore ai sensi dell'art.2 comma 3 della legge n.4/2013; -è  presupposto per correttezza e qualità dell’attività di comunicazione; - è svolta nell’interesse degli iscritti e a garanzia dell’interesse pubblico.
 
Art. 3 Attività di formazione professionale permanente Costituiscono attività di FPP : - la frequenza dei corsi organizzati dal CRE, anche in collaborazione con altri organismi; -la partecipazione a convegni, seminari, tavole rotonde ecc. in cui il CRE , anche con altri, svolge il ruolo di organizzatore/promotore/sponsor. La partecipazione ai dialoghi del CRE e alle serate con Ospiti potrà essere inclusa nella FPP, caso per caso, su indicazione della Commissione per la Formazione, Pianificazione eventi e verifica partecipazione.
 
Art. 4 Periodo formativo Il periodo di FPP è triennale. Solo il primo periodo decorre dal 1° marzo 2018 e termina il 31 dicembre 2021. L'anno formativo decorre dal 1° gennaio e termina il 31 dicembre. L'unità di misura dell’impegno è il credito formativo professionale (CFP) .  L'attribuzione dei crediti formativi è basata sull’importanza e sulla durata dell'attività, ad insindacabile giudizio della Commissione per la Formazione, Pianificazione eventi e verifica partecipazione .
 
Art. 5 Assolvimento dell'obbligo della formazione professionale permanente L'iscritto al CRE deve acquisire 60 crediti formativi in ciascun triennio. Verranno identificati i soci più assidui ai quali verranno dati degli speciali riconoscimenti, ad insindacabile giudizio della Commissione per la Formazione, Pianificazione eventi e verifica partecipazione. 
  
Art. 6 Attribuzioni e compiti del CRE Il CRE, tramite la propria Commissione per la Formazione, Pianificazione eventi e verifica partecipazione - prevista dalla legge 14 gennaio 2013, art. 5, comma 2, lettera d - definisce i progetti di formazione annuale, predispone i relativi percorsi e lo svolgimento, pianifica i tempi, luoghi e valenza formativa.  Ha altresì il ruolo di verificare la partecipazione dei soci, riportando in merito periodicamente al Consiglio Direttivo secondo le modalità previste dall’art. 11 dello Statuto.
 
Art. 7 Attribuzioni e compiti della Commissione per la Formazione, Pianificazione eventi e verifica partecipazione : -organizza i corsi di formazione, anche in collaborazione con altri organismi, predisponendone i relativi programmi e la verifica della partecipazione; -cura gli aspetti relativi alla FPP in occasione dei dialoghi del CRE e delle serate con Ospiti; -cura gli aspetti relativi alla FPP in occasione di convegni, seminari, tavole rotonde ecc. in cui il CRE, anche con altri, svolge il ruolo di organizzatore/promotore/sponsor. -regola le modalità di eventuale rilascio delle certificazioni di partecipazione alle attività formative; -verifica annualmente l'assolvimento dell'obbligo di FPP.
 
Art. 8 Modalità di rilevazione delle presenze agli eventi formativi I Comunicatori interessati a partecipare ad un evento formativo devono iscriversi tramite la segreteria del Club. La presenza degli iscritti agli eventi formativi è verificata da incaricato del Club. La segreteria mantiene memoria di tutte le presenze ai vari eventi e del numero dei crediti singolarmente attribuiti. Non viene considerato valido ai fini della FPP l’aver seguito l’evento in modalità remota.
 
Art. 9 Inosservanza dell’obbligo formativo Al Comunicatore che non abbia assolto l’obbligo, il Club comunica l’inadempienza con l’invito ad avviare il percorso formativo. Qualora persista l’inosservanza, la Commissione ne dà segnalazione al Collegio dei Probiviri.
 
Art. 10 Esenzioni L’iscritto può essere esentato dallo svolgimento della formazione professionale permanente  nei casi di documentato impedimento.
 
Art. 11 Entrata in vigore Il presente Regolamento entra in vigore dalla data della sua approvazione da parte del CD.